Hack-cessibility days e CoderDojo

Il CoderDojo Tolentino è stato invitato a portare i bambini agli Hack-cessibility days, per sensibilizzare i giovani sviluppatori del futuro sul tema dell’accessibilità.

I ragazzi dell’Unione Italiana Ciechi hanno accompagnato i bambini in attività che li aiutassero a capire cosa significhi essere non vedente.

Orientamento spaziale privati della vista, “merenda al buio” per individuare cibi da odori e sapori, e scrittura braille per i nostri piccoli che hanno lavorato con tutti gli altri sensi e se la sono cavata egregiamente.

Un evento che sicuramente ripeteremo!

Annunci

FamilyDojo del 14 maggio

Bellissima giornata quella di ieri.

Genitori e bambini si sono aiutati per creare dei bellissimi progetti che li rappresentassero.

La giornata è stata intensa ed emozionante. I genitori CoderDojo sono stati splendidi motivatori e hanno aiutato i loro figli senza prevaricarli, incoraggiandoli e cercando con loro soluzioni creative.

Grazie a tutti i genitori, alle ragazze e ai ragazzi dei CoderDojo e grazie ai Mentor: Riccardo e Fabio che come sempre supportano il CoderDojo con una grande dose di amore.

Ci tengo anche a ringraziare i frati della Basilica di San Nicola che hanno messo a disposizione i locali per dar vita a questo bellissimo e intenso pomeriggio.

Ci vediamo il 27 e il 28 al Toc Festival, ci saranno tantissime attività per i bambini di ogni fascia di età. Non mancate.
Presto nuove informazioni.

CoderDojo Robot e Scratch – 26 Febbraio

In questo CoderDojo abbiamo voluto fare qualcosa di nuovo e abbiamo spiegato a bambine e  bambini cos’è il tinkering.

Grazie a Scratch, abbiamo simulato il comportamento di una Scribbling Machine, mentre Andrea ci ha aiutati a costruirne uno vero, muniti di un barattolino di yogurt, pennarelli e tanta fantasia.

I bambini sono rimasti entusiasti di questa bellissima esperienza.

In questa edizione del CoderDojo, una guest star (invisibile) davvero importante è stata Elena Parodi e il suo bellissimo libro “Robotica Creativa per giovani tecnologici“.

Lo Scribbling di Elena

Tratto da “Robotica Creativa per giovani tecnologici” di Elena Parodi

Alla fine della giornata i bimbi hanno ricevuto un motorino pronto per essere usato, grazie al contributo di STM Macerata.

Il divertimento è stato il protagonista assoluto di questa giornata. Siamo orgogliosi di voi, piccoli coder 🙂

Tante cose bollono in pentola amici, restate in contatto con noi e, come sempre… Be Cool!

Coderdojo Robot e Scratch

Eccoci qua, siamo pronti per un nuovo CoderDojo della città di Tolentino

Non vogliamo svelarvi il segreto, ma vi diciamo solo che l’evento si chiama: Scratch e Robot!

Vi aspettiamo domenica 26 Febbraio all’auditorium della biblioteca filelfica!

Biglietti disponibili su Eventbrite. Vi ricordo che il biglietto è gratuito, ma che è obbligatorio poiché lo spazio è ristretto.

Nel caso non doveste trovarlo, contattateci: troveremo una soluzione!

Come sempre i bimbi devono portare un PC (con Scratch 2.0 installato), un mouse, la merenda e un genitore!

coderdojo3

 

Ringraziamenti

Ancora su CuoreDojo, ultimo post promesso!

spille

Vorrei fare dei ringraziamenti sentiti raccontandovi un po’ la storia del CuoreDojo. Il CuoreDojo è nato quando Piero, al secolo Piersoft, ha “buttato lì” -come ha detto lui stesso- l’idea di fare qualcosa nelle zone colpite dal terremoto. CoderDojo Tolentino non ha potuto che rispondere, dato che siamo nel cratere e la nostra situazione la conosciamo tutti. Così, ben presto, è nato un gruppo Telegram.

All’inizio non c’era nemmeno un nome: era semplicemente evento. Finché Massimiliano Aiello non si è chiesto: “Sì, ma che nome gli diamo?” E Andrea Ferraresso ha brillantemente risposto: “CuoreDojo”.

Da qui è partito tutto. CoderDojo Tolentino e la supermitica animatore digitale Alberta Mariantoni dell’IC Lucatelli hanno curato tutta l’organizzazione essendo presenti sul territorio. I CoderDojo marchigiani e umbri si sono riuniti per fare rete e all’appello ha risposto con grande affetto tutta Italia.

Molte persone hanno fatto dei sacrifici sia economici che famigliari per essere presenti e molti altri, poiché si è scelto di non avere sponsor, hanno dovuto rinunciare all’idea di venire essendo comunque presenti col cuore e col pensiero. Ognuno, partecipante o no, ha fatto qualcosa per questo evento che è stato per molti grande momento di arricchimento e crescita personale.

Anche il comune di Tolentino ha fatto sentire la sua continua presenza tramite Alessandro Massi, sempre disponibile a rispondere alle pedanti e crescenti richieste che gli ho fatto nei due mesi in cui mi sono dedicata all’organizzazione dell’evento.

Ci tengo particolarmente a ringraziare quanti hanno contribuito all’organizzazione da Tolentino e, nello specifico ringrazio:

    • Bar pasticceria Cappelletti -Tolentino,
    • Hotel il Boschetto – Tolentino,
    • Ristorante Pizzeria Ristorancia -Tolentino,
    • Ristorante Pizzeria La Genovese – Tolentino
    • Dolci delizie Don Bosco – Tolentino
    • KBrush – Tolentino
    • Video Tolentino
    • Picchio News

Inoltre, la solidarietà è arrivata in maniera del tutto inaspettata da alcune persone che hanno un cuore veramente grande. Persone che lavorano tutto il giorno e la sera si riuniscono per sistemare dei PC da donare poi a chi ne ha bisogno. Sono i ragazzi dell’Associazione di promozione Sociale PC Officina.

pcofficina

3 di questi PC hanno fatto un lungo viaggio fino a Tolentino, verranno custoditi dal CoderDojo Tolentino in attesa di trovare qualche bambino che ne abbia veramente bisogno.

Grazie amici a tutti voi per avermi tolto più notti di sonno del terremoto, ma per avermi regalato una bellissima esperienza che sarà non l’arrivo ma la partenza per continuare a crescere e migliorare.
Entrare in contatto con voi è stato, per una neonata Champion, un grande momento di crescita e formazione. Non offendetevi se non vi nomino uno a uno. Nel mio cuore ci siete tutti!

Ah, beh… last but not least! Grazie a Fabio Montemarani, mio marito che con grande amore ha creduto nel progetto e mia ha supportata passo dopo passo!

CuoreDojo

È nato quasi per caso, era un’entità nebulosa che pian piano ha preso corpo, trasformandosi in una magnifica esperienza. È il CuoreDojo, questo bellissimo evento nato dalla volontà di chi si è reso disponibile e si è messo in gioco per aiutare i bambini colpiti dal terremoto.

Non sto a spiegarvi oltre cos’è CuoreDojo, ma voglio dirvi cosa è stato CuoreDojo per il CoderDojo Tolentino e per i bambini che hanno passato delle ore spensierate, CuoreDojo è stato un abbraccio caldo in un momento di necessità, un evento che ti riempie il cuore con un po’ di gioia pura, quella che proviamo da bambini e che poi dimentichiamo cos’è.

Siamo stati felici fino alle lacrime, stanchi sì, ma orgogliosi di quello che in poco meno di due mesi abbiamo creato.

Grazie, amici di tutta Italia per averci messo il cuore, solo questo poteva essere il nome di questo meraviglioso evento!

Noi di Tolentino vi vogliamo bene e conserveremo sempre un posto per voi nel nostro di cuore!

 

Grazie ai club di

Ancona
Bologna
Brianza
Cento
Colleferro
Cosenza
Foligno
Fossò Venezia
Lecce
Milano
Osimo
Perugia
Pesaro
Recanati
Rimini
Roma SPQR
San Severino Marche
San Felice sul Panaro
Sigillo

 

CoderDojo in Movimento – 15 Gennaio

Anche il secondo appuntamento del CoderDojo Tolentino si è concluso.
Questa volta è entrato in famiglia Makey Makey che ha appassionato i bambini e anche i genitori.

Prima Attività

Siamo partiti dal costruire un gioco in Scratch (qui il pdf).
Il gioco consiste in una gara a chi taglia per primo il traguardo. Siccome abbiamo un solo kit, abbiamo assegnato ad ogni personaggio un tasto diverso.
Per far giocare i bimbi contemporaneamente, abbiamo collegato Makey Makey a terra (Earth) con un limone, in modo che ogni bimbo potesse essere egli stesso collegato “a terra”, i comandi per muovere i personaggi, invece, sono stati collegati ciascuno a una moneta.

Il gioco è disponibile per la prova nella pagina Scratch del CoderDojo Tolentino.

whatsapp-image-2017-01-15-at-20-47-58-1_censored

Benvenuto Makey Makey

Seconda Attività

I bambini hanno visto come chiudere un circuito, l’uno con l’altro, con lo “schiaccia 5” (qui il PDF). La loro sorpresa e felicità era incontenibile. Ci si sente persone migliori attraverso i loro sorrisi!

whatsapp-image-2017-01-15-at-20-47-58_censored

L’interesse dei bambini

Terza Attività

Per questa terza attività abbiamo usato un progetto già sviluppato per Makey Makey: la batteria. Abbiamo collegato i coccodrilli alla frutta e vai col divertimento!
Infine abbiamo fatto funzionare la batteria con la grafite, così i piccoli hanno potuto dare libero sfogo alla loro fantasia.

Vorrei infine ringraziare il CoderDojo Cosenza per aver messo a disposizione del CoderDojo Tolentino (e di tutti quelli che si registrano) una piattaforma gratuita di generazione di attestati!

Se volete altre informazioni, contattateci al nostro indirizzo email e seguiteci sui nostri canali Social Facebook e Twitter